La comunità Chef for Planet nasce dalla voglia di fare la differenza anche in cucina. Attraverso buone pratiche, scelte consapevoli e strumenti pensati per cucinare in modo sostenibile. Unisciti anche tu.

Chips di bucce di carote e patate con maionese all’aquafaba e ciuffi di carota

C’è una grande legge nella cucina sostenibile: impara l’arte, e mettila negli scarti!
Proprio così, la soddisfazione di creare qualcosa di gustoso e originale da ingredienti destinati a diventare rifiuti non ha davvero prezzo: oggi ne uniamo ben due, per un aperitivo 100% riciclo – nel senso che ciclicamente i tuoi amici torneranno per sgranocchiarlo!

Se sei amante dei ceci in scatola, forse già saprai delle grandi proprietà nutrizionali dell’acquafaba, quella particolare salamoia in cui sono immersi i ceci: perfetta sostituta dell’albume di uovo nella cucina vegana perché decisamente più leggera, è utilizzabile in moltissime preparazioni.

Abbiamo scelto di trasformarla in una guarnizione che assomiglia molto alla maionese, per accompagnarla al secondo grande scarto delle nostre cucine: la buccia degli ortaggi, in particolar modo quella di patate e carote (di cui utilizzeremo anche i ciuffetti), con cui oggi faremo croccantissime chips.

Ecco cosa ti serve per entrambe!

Per la salsa:

Aceto di mele – o succo di limone 30g

Aquafaba – meglio se fresca/fredda 100g

Olio di semi di girasole 400 g

Senape 10 g

Un pizzico di sale

Ciuffetti di carota q.b.

Un pizzico di noce moscata (a piacere)

Per le chips:

Le bucce ben lavate di alcune patate gialle e viola – meglio non novelle

Le bucce ben lavate di alcune carote

Olio di semi di arachide q.b.

Sale un pizzico

Pepe un pizzico

Diamo inizio alla preparazione!

Iniziamo dalla salsa:

  • Unisci in un contenitore stretto e alto l’aceto di mele (o il succo di limone), l’aquafaba e la senape.
  • Con il frullatore a immersione, frulla per qualche secondo e poi continua a frullare alla massima velocità incorporando piano piano anche l’olio.
  • Dopo circa 2 minuti la tua “maio-faba” dovrebbe aver raggiunto la consistenza giusta: aggiungi sale, noce moscata e i ciuffetti di carota lavati e tritati con una mezzaluna, e lascia riposare in frigo per almeno 1 ora in un contenitore chiuso.

 

Passiamo alle bucce:

  • Una volta che hai lavato bene le patate e le carote (che vi serviranno per altre preparazioni), pelale con un pelapatate.
  • Asciuga le bucce con un canovaccio e falle riposare in un piatto con una spolverata di sale e pepe, nel frattempo metti l’olio di semi di arachide nella padella da 24 cm: non serve abbondare, le bucce sono molto sottili quindi è sufficiente un piccolo strato uniforme in cui possano immergersi.
  • Una volta portata la temperatura sui 160°/170° (fuoco vivace), immergi le bucceprovando a non farle sovrapporre una con l’altra. Vedrai che per farle arrivare alla croccantezza giusta basteranno pochi minuti: dopodiché scolale con una schiumarola e adagiale su un piatto rivestito di carta da cucina, per assorbire l’olio in eccesso.
  • Servile ancora calde, preparando piccole scodelle di maionese di aquafaba in cui intingerle: quando dirai ai tuoi ospiti che questo aperitivo è senza uova, senza olio d’oliva, senza burro e ricavato da due “scarti” come aquafaba e bucce di ortaggi, non vorranno crederci!

Per questa ricetta usa:
Padella 24cm

100%

Utilizzo degli ortaggi
e di sottoprodotti.

0%

Acqua ed energia!
Utilizzi solo i fuochi.

PROPRIETÀ

Minerali (Ferro, Calcio, Magnesio, Fosforo, Zinco, Rame, Potassio), Vitamine (A, B, C, E, K), Proteine, Beta-carotene, Flavonoidi, Fibre.

STAGIONE

Primavera / Estate.